Febbraio 23, 2019 05:30:08

sitemap

 

1. A gennaio, 200 esemplari dell’opera Preti in trincea. 1941 – 1944 – autori: colonnello Gheorghe Nicolescu, prof. Gh. Andreescu e dr. Andrei Nicolescu – furono donati alle unità militari della guarnigione di Pitesti, allo scopo di completare il fondo librario delle loro biblioteche.

2. A luglio, i seguenti volumi furono editi sotto l’egida della Fondazione:

 Preti combattenti per la Grande Unione, 1916 – 1919
 Gheorghe Nicolescu, Gheorghe Dobrescu, Andrei Nicolescu
 Edizioni “Europa Nova”
 Bucarest, 2000.

 L’esercito romeno dall’ultimatum al diktat. Anno 1940.
 Florica Dobre, Vasilica Manea, Lenuţa Nicolescu
 Edizioni „Europa Nova”
 Bucarest, 2000, 3 volumi.

 Relazioni militari romeno-tedesche, 1939 – 1944.
 Coordinatori: Valeriu Florin Dobrinescu, Ion Patroiu, Gheorghe Nicolescu
     Botoghina Iulian, Ciuhan Vasile, Manea Vasilica, Matei Lenuţa, Nicolescu  Lenuţa,  Stainovici Constandina
 Edizioni “Europa Nova”
 Bucarest, 2000

3.  Pubblicazione della recensione dell’opera Preti combattenti per la Grande Unione, 1916 – 1919, edita dalla Fondazione “Generale Stefan Gusa”, in Observatorul militar, Anno XII, n° 41 (564).

4. A febbraio, 80 esemplari dell’opera Preti combattenti per la Grande Unione, 1916 – 1919, e 100 del volume L’esercito romeno dall’ultimatum al diktat furono donati alle unità militari della guarnigione di Pitesti.

5. Donazione moquette e 30 sedie per i parrocchiani alla chiesa di Spataru, assicurandone
 trasporto e montaggio. 

6. Nell’ambito del seminario sul tema “L’esercito e le chiese. Tradizione e attualità a fine millennio”, organizzato ad ottobre dall’Istituto di Studi Politici per la Difesa e di Storia Militare, dall’Accademia delle Forze Terrestri, dalla Commissione Romena di Storia Militare, e dalla Rivista di Storia Militare, furono lanciate le opere Preti in trincea. 1941 – 1945 e Preti combattenti per la Grande Unione. 1916 – 1919, edite dalla Fondazione “Generale Stefan Gusa” (distribuiti gratuitamente 50 esemplari di ciascuna di esse).
 Luogo di svolgimento: Circolo Militare di Sibiu.
 Partecipanti: ricercatori, quadri militari, studenti dell’Accademia delle Forze Terrestri e della Facoltà di Teologia di Sibiu, preti militari e civili.

7. Nell’ambito del simposio “Festung Ploiesti in visione romena e tedesca”, svoltosi a novembre  presso il Museo di Storia e Archeologia di Prahova, venne lanciata l’opera Relazioni militari romeno – tedesche, 1939 – 1944, edita dalla Fondazione “Generale Stefan Gusa” (distribuiti gratuitamente 50 esemplari). Vari esponenti della Prefettura di Prahova, del Ministero dell’Interno, e del Comandamento della Protezione Civile, il comandante della Guarnigione di Ploiesti, ricercatori, museografi, professori, studenti e quadri militari presero parte all’evento. La presentazione del libro fu  fatta  dal prof. univ. dr. V. Fl. Dobrinescu, dal commendatore dr. Gavril Preda e dal col. drd. Gheorghe Nicolescu.

8. Nell’ambito della sessione annuale di comunicazioni scientifiche del Museo Regionale di Arges, furono lanciate le opere Relazioni militari romeno-tedesche, 1939 – 1944, L’esercito romeno dall’ultimatum al diktat. Anno 1940, e Preti combattenti per la Grande Unione, 1916 – 1919 (distribuiti gratuitamente 30 esemplari di ciascuna di esse). Vi presero parte i seguenti: il prefetto della regione di Arges, il sindaco del municipio di Pitesti, vari esponenti del Ministero della Cultura e degli Affari di Culto, della Direzione Cultura, Affari di Culto e Patrimonio Culturale, di Arges, ricercatori, professori, museografi, studenti e allievi. Il libro fu presentato dal col. drd. Gheorghe Nicolescu.

9. Te Deum con cerimoniale militare e deposizione di corone di fiori al monumento del Generale Stefan Gusa presso la chiesa del villaggio Spataru, in occasione dell’anniversario degli eventi rivoluzionari di dicembre 1989, e della commemorazione di 6 anni dal suo decesso, in data del 28 marzo.