Aprile 24, 2019 19:36:51

sitemap

 

1. Edizione a spese della Fondazione di volumi raggruppati per collezioni o serie, come segue:

 Coll. Relazioni militari estere della Romania nel XX° secolo;

* Il calvario dei prigionieri romeni nella Prima Guerra Mondiale, vol. II;

* I ministri della Difesa Nazionale (1859 – 1947);

* Ufficiali romeni di collegamento con gli eserciti alleati nella prima e nella seconda guerra mondiale;

*La Romania nella visione del generale Berthelot. I rapporti inviati da questi a Parigi nel periodo ottobre 1916 – marzo 1918;

*Raccolta documentazione necessaria per l'elaborazione del volume dedicato agli ufficiali romeni di collegamento con gli eserciti alleati.

Coll. Diplomazia militare e diplomatici militari:

*Gli addetti militari trasmettono … 1930 – 1937, vol. V;

*Gli addetti militari trasmettono … 1920 – 1929, vol. VI;

*Relazioni militari romeno-francesi 1920 – 1926. Documenti.

Proseguimento raccolta documentazione necessaria per l’elaborazione di un dizionario degli addetti militari romeni, e per l’edizione del volume Gli addetti militari trasmettono … 1920 – 1929, vol. VI.

 Coll. Personalità illustri dell’esercito romeno:

Proseguimento raccolta documentazione necessaria per l'elaborazione del volume dedicato ai ministri della Difesa Nazionale.

2.  Edizione dell’Annuario della Fondazione “Generale Stefan Gusa” su temi di storia militare.

3. Presentazione nell’ambito della trasmissione “L’ora dell’esercito” di Radio Romania di una rubrica dedicata alla presenza di personalità civili e militari nell'Esercito Romeno, e a momenti particolarmente significativi nella storia di quest'ultimo.

4. Presentazione da parte dell’emittente televisiva “Romania Cultural” dei libri editi dalla Fondazione “Generale Stefan Gusa”.

5. Promozione sistematica attraverso il giornale “Redesteptarea”,  Radio Nova FM Lugoj e Ten TV dei libri editi dalla Fondazione.

6. Traduzione in lingua romena e pubblicazione di libri su varie tematiche di storia militare, firmati da autori stranieri (francesi, tedeschi, italiani, ecc.).

7. Traduzione e stampa in altre lingue, sotto l’egida della Fondazione, di vari libri, tra cui:

Relazioni politico-diplomatiche e militari romeno-italiane. 1914 – 1947 (in lingua italiana).

8. Proseguimento redazione nella pagina di cultura del giornale “Redesteptarea” di Lugoj  di una rubrica intitolata “Quaderno di uno storico”, su temi legati alla storia militare locale, oppure su eventi particolarmente significativi della storia moderna e contemporanea della Romania.

9. Organizzazione di una Sessione annua di comunicazioni scientifiche su temi storici, con la partecipazione di varie personalità della storiografia romena contemporanea; le relazioni presentate verranno pubblicate nell’Annuario della Fondazione.

10. Conferimento dei premi della Fondazione “Generale Stefan Gusa” consistenti in denaro e in opere edite da quest’ultima, agli autori delle migliori comunicazioni presentate alla VIa Sessione internazionale degli studenti delle facoltà di storia, organizzata a dicembre presso l’Università di Pitesti. Con l’occasione, mediatizzazione del nome e dell’attività della Fondazione.

11. Organizzazione di cicli di conferenze su temi di storia presso l’Università Europea Dragan di Lugoj e di Brasov.

12. Organizzazione delle cerimonie di deposizione di corone al monumento del Generale Stefan Gusa, ubicato nel villaggio di Spataru, regione di Buzau.

13. Sponsorizzazione della Scuola generale “Generale Stefan Gusa” con articoli di cancelleria e libri.